LA GRANDE LUCE DI PADRE PIO

Tra Scienza e Fede

Relazione tecnica artistica

I contenuti della mostra
La grande mostra su Padre Pio è stata pensata come un grande evento di fede cristiana. Nata dalla volontà di volere mostrare al vasto pubblico una grande raccolta di reperti, reliquie e documenti appartenuti al dottor Festa medico e amico di Padre Pio. La presenza del dottor Festa, uomo di scienza nell'ambito della mostra,  determina il vero soggetto dell'esposizione; che pertanto finisce per essere un evento  tra scienza e fede. Le testimonianze scientifiche del dottor Festa e la sua storia personale entrano nella mostra in un coinvolgente dialogo col mondo della fede di Padre Pio.
L'allestimento
L'allestimento della mostra è stato pensato come un luogo della fede di astrazione spazio temporale per dare al visitatore una sensazione mistica, in una di raccoglimento e di preghiera. Il visitatore proverà entrando negli ambienti della mostra, l'emozione di un viaggio emozionale di curiosità, di notizie e di raccoglimento attraverso notizie reperti e documenti tutti legati al mondo di Padre Pio. Il visitatore attraverserà pagine di scrittura, vetrine contenenti reliquie del Santo, Video e altri oggetti di devozione che creeranno, anche a causa dell'ambientazione della mostra, una particolare emozione mistica. Tutta la mostra sarà immersa in un grande contenitore rosso. Il rosso del dolore, della passione e della grande fede.  
Concept dell'allestimento
Il senso della mostra è quello di un lungo percorso espositivo, che fosse anche un viaggio emozionale. Questo obbiettivo è stato perseguito attraverso un percorso diversificato, dove man mano che il visitatore avanza nella mostra, il paesaggio figurativo cambia  di scala, sia come contenuto, sia come aspetto formale e materiale. Il ché ravviva nel visitatore un interesse sempre costante, poiché nessun momento della mostra è prevedibile e nessun momento è uguale ad un altro. Lungo il percorso espositivo si alterneranno pagine scritte, video, foto, reliquie, libri, sculture. Il percorso inizia con una piena immersione sul significato della mostra, sulla sua genesi e sulla sua storia. Entrando nell'area espositiva il visitatore troverà un'ampia area d'informazione sulla mostra, utilissima prima di iniziare il percorso espositivo.  
Il percorso espositivo
Il percorso espositivo inizia con un dialogo tra scienza e fede, un lungo camminamento contribuirà a dare una visione della straordinaria vicenda che ha visto il dottor Festa e Padre Pio protagonisti di un intenso rapporto tra mistero e verità. Con una sequenza di vetrine contenenti importanti reliquie alternate a documenti di varia natura (filmati, foto, reperti e altro ) che potranno svelarsi ed essere ammirati dal visitatore gli aspetti di questo dialogo. Abbiamo fatto il possibile per lasciare i mobili e gli arredi originali della raccolta del dottor Festa, per dare maggiore senso di verità alla mostra. Il percorso ha un fuoco di particolare interesse nella ricostruzione dello studio del dottor Festa. Lo studio del dottore, dove è presente pure un video che ne illustra la vita e il percorso professionale, è un luogo di emozione, che ci racconta di una vita di studio, di giudizio severo sulla realtà. La ricostruzione dello studio, fedele alla realtà, in quanto realizzato con gli arredi e i sopramobili originali, come pure i complementi di arredo. Più avanti proseguendo, una sala di proiezione con posti a sedere, consentirà di vedere dei filmati su padre Pio per approfondirne la storia rinvigorirne la memoria. Si prosegue la visita della mostra con l'introduzione nel grande spazio, dove si celebra la grandezza di padre Pio. In quest'area infatti sarà allestita la teca con i famosi guanti, oltre altre importanti reliquie e altri filmati che documentano  alcuni importanti momenti devozionali. Ma il soggetto più importante che insiste in questo spazio è sicuramente il filmato della benedizione di Padre Pio. Il filmato segna sicuramente un momento di grande commozione per tutti i fedeli.